Con D.P.C.M. n.159 del 5/12/2013 è stato approvato il Regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

modulo_isee

L’ISEE  è lo strumento di valutazione, attraverso criteri unificati, della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni sociali agevolate.

 

 

 

 

 

L’ISEE differisce sulla base della tipologia di prestazione richiesta:
a) prestazioni agevolate di natura sociosanitaria;
b) prestazioni agevolate rivolte a minorenni, in presenza di genitori non conviventi;
c) prestazioni per il diritto allo studio universitario

Dove si può richiedere l’ISEE?

La pratica ISEE può essere richiesta presso i Centri di Assistenza Fiscale
i Patronati e gli Studi di commercialisti abilitati.

Si allega elenco dei documenti da presentare predisposto dal Circolo ACLI di Castel Mella (convenzionato con il Comune)

 

CONTROLLO DELLE ATTESTAZIONI ISEE

Con deliberazione di Giunta comunale n.67 del 21/05/2012 sono state individuate le modalità organizzative per l’effettuazione, da parte dell’ufficio Servizi Sociali, di controlli sulla veridicità delle Dichiarazioni Sostitutive Uniche (D.S.U) dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E. o I.S.E.) rese dai cittadini sia per prestazioni di competenza di enti terzi (Stato, Regioni, altri), la cui procedura amministrativa e/o erogazione finanziaria sia demandata ai Comuni, sia per benefici di diretta erogazione del Comune (contributi sociali, tariffe servizi educativi e scolastici, ecc…).

La finalità è verificare l’attendibilità dell’attestazione ISEE quale strumento per l’accesso modulare ai benefici e prestazioni agevolate erogate, attraverso una efficace e trasparente attività di controllo sulle situazioni socio-economiche autodichiarate dagli utenti.

L’art. 5 del Regolamento organizzativo prevede che l’ufficio Servizi Sociali provveda ad espletare i seguenti controlli:

1. controlli a campione nella misura del 10% delle attestazioni presentate nel corso dell’anno solare;

2. controlli puntuali e mirati sulla singola domanda qualora sussistano ragionevoli dubbi sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive rilasciate, inerenti stati, fatti, e qualità personali e/o di terzi facenti parte del nucleo familiare del richiedente e qualora le dichiarazioni risultino:
a) palesemente inattendibili;
b) contraddittorie rispetto ad altri stati, fatti e qualità del richiedente e/o di terzi da lui dichiarati nell’istanza o precedentemente dichiarati;
c) contraddittorie rispetto alle necessità medie di sostentamento del nucleo familiare medesimo;
d) illogiche rispetto al tenore di vita mantenuto dal nucleo familiare del richiedente, desumibile da informazioni diverse da quelle dichiarate ed in possesso dell’Amministrazione Comunale.

3. controlli su tutte le dichiarazioni per verificare che l’attestazione ISEE presentata per ottenere la prestazione sociale agevolata sia temporalmente in corso di validità rispetto alla data di scadenza prevista dall’Amministrazione Comunale;

4. controlli su tutte le dichiarazioni il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente ISEE è pari a zero (€ 0,00).

In allegato esiti controlli effettuati e Regolamento.

Allegati