È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 Aprile 2015 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 febbraio 2015, che dando attuazione a quanto previsto dalla  legge  di Stabilità 2015 (art 1, comma 125 della legge 23 dicembre 2014 n. 190), contiene le modalità per richiedere il cosiddetto bonus bebè.

Che cos’è il bonus bebè?

La  legge prevede che per ogni figlio nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 alle famiglie spetti  un bonus  di  960 annui, erogato mensilmente (€ 80 mensil).

L’assegno, che non concorre alla formazione del reddito complessivo, viene riconosciuto fino al 3° anno di età del bambino o al 3° anno dall’ingresso in famiglia per i minori adottati.

Chi ne ha diritto?

Per avere diritto al bonus, che sarà versato dall’Inps, il nucleo familiare deve avere un ISEE non superiore a € 25.000 annui. Se l’ISEE non supera € 7.000 annui, l’importo del bonus raddoppia (ovvero € 1.929 all’anno).

L’incentivo è riconosciuto anche per i figli di cittadini comunitari e di cittadini extracomunitari che siano in possesso di un permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo, residenti in Italia.

Durata dell’assegno

L’assegno è corrisposto dall’INPS, su domanda del genitore convivente con il figlio, con cadenza mensile, per un importo pari a 80 euro se la misura annua dell’assegno è pari ad euro 960 ovvero per un importo pari a 160 euro se la misura annua dell’assegno
è pari a 1.920 euro.

L’assegno è concesso a decorrere dal giorno di nascita o di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione e fino al compimento del terzo anno di età  oppure  fino  al  terzo  anno dall’ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda per l’assegno va presentata all’INPS esclusivamente per via telematica mediante una delle seguenti modalità:

  • WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’Istituto (www.inps.it – Servizi on line);
  • Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
  • Patronati, attraverso i servizi offerti dagli stessi.

Il servizio d’invio delle domande è disponibile attraverso il seguente percorso: -> Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN -> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito -> Assegno di natalità – Bonus bebè.

Per agevolare la compilazione della domanda on line, nella sezione moduli del sito www.inps.it sarà disponibile un modulo facsimile che ripropone le maschere del servizio on line.

La domanda può essere presentata dal giorno della nascita o dell’ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione  del figlio. Se si vuole che l’assegno decorra dal giorno della nascita la domanda deve essere presentata non oltre il termine di 90 giorni dalla nascita ovvero entro  i  90  giorni successivi all’entrata in vigore del regolamento di attuazione (ovvero entro il 25 luglio 2015).  Se la domanda è presentata oltre i 90 giorni dalla nascita l’assegno decorre dal mese di presentazione della domanda.

La domanda va presentata una sola volta per ciascun figlio.